26 Febbraio 2020

Fitoterapia contro l'insonnia, e l'ansia

18-06-2019 16:47 - News Generiche
Quando si riposa bene o si accede a stati di calma, le onde cerebrali alfa favoriscono il recupero energetico e biologico dell'individuo.L'alimentazione ci aiuta anche nel favorire il riposo notturno e se non bastasse scegliamo un buon fitoterapico.
Come mangi cosi recuperi
Ricercare la serenità senza sapere cos'è che provoca l'ansia è come fare un buco nell'acqua. Innescare la dipendenza dagli ansiolitici è un rischio fin dalla più tenera età, dopo il dolcetto e le caramelle o il ciucciotto inzuppato nel miele certi genitori passano al farmaco anzichè cercare di insegnare a gestire l'ansia e la capacità di reagire a quel che da noia. Il logorio della vita moderna può portare ad una riduzione delle capacità adattative e venir meno la quantità di certi ormoni che danno serenità. Esiste un alimentazione specifica per l'ansia? Certo. Gli ormoni del benessere sono neurotrasmettitori ovvero proteine. Le proteine sono fatte da mattoncini i cosidetti aminoacidi. Mentre alcuni costituiscono, assemblati insieme, la serotonina che tutti conoscono come ormone del benessere, alcuni amino acidi possono già da soli essere di grande aiuto come la glicina e l'adenosina che agiscono come neurotrasmettitori con effetto sedativo, rilassante, e antidepressivo. Un buon fitoterapico per dormire meglio li può contenere tutti. La teanina oltrepassa la barriera ematoencefalica incrementando le onde alfa cerebrali, proprio quelle presenti durante gli stati di riposo e calma o durante la meditazione.Il dormire male ha ripercussioni sulla serenità del giorno dopo. Mi chiedono spesso "la melatonina è utile"? Direi di si ma meglio se associata ad un modo di alimentarsi la sera ( leggera e non oltre le ore 20-21.00) più appropriato che favorisca il riposo, dando precedenza a proteine e verdure cotte al vapore o lesse.

Realizzazione siti web www.sitoper.it